L'olio Coppini a Expo 2015

Salute e Cultura

L'olio Coppini a Expo 2015

Olio Coppini Arte Olearia a Expo 2015

L'olio Coppini Arte Olearia a Expo 2015 

 

Coppini Arte Olearia è stata scelta come simbolo dell’Italia nel mondo. Nel 2015 i suoi oli t.o.p. sono stati portati all'Expo di Milano. La piazzetta “Terra dell’Olio e dell’Ulivo”, con al centro un ulivo di una tipica cultivar italiana, la Nocellara del Belice, è diventata per sei mesi una nuova casa. Coppini Arte Olearia ha rappresentato l’olio extravergine italiano per centottanta giorni. Fare scoprire un paese, l’Italia, attraverso i sapori, i profumi e i colori dell’olio evo. Narrare ogni aspetto e caratteristica di un prodotto così antico e fondamentale per la storia dell’uomo: questo l’incarico che Coppini Arte Olearia ha portato a termine a testa alta.

 

Grazie non solo alla disposizione di segni, disegni e appunti artistici all’interno del suo padiglione, l’azienda ha permesso ai suoi visitatori di conoscere un bene prezioso, un pregiato frutto della terra e le sue cultivar realizzando per i visitatori della Piazzetta un vero e proprio corso di degustazione di olio. I sorrisi della famiglia Coppini  e dei Narratori presetni allo stand, hanno appassionato gli amanti dell’olio extravergine di oliva ed entusiasmato anche il pubblico più inesperto.

 

Seguendo le orme del fondatore Amèrico, in sella alle Bici-Degusto, biciclette progettate appositamente per la degustazione itinerante, gli Ambasciatori del gusto di Coppini Arte Olearia sono riusciti a soddisfare le papille gustative di migliaia di Estimatori dell’olio Italiano.  

 

Assaggiando il prodotto tutti si sono entusiasmati per i suoi tre differenti fruttati: fruttato leggero, medio e intenso.

Coppini Arte Olearia, con la sua presenza a Expo 2015, si è battuta per salvaguardare la certificazione della qualità e per trasmettere ai visitatori della manifestazione il valore e l'importaza di un olio evo tracciato e sostenibile.

 

Sfidando la pioggia e il sole battente, le Bici- Degusto hanno attraversato i diversi padiglioni con la stessa temerarietà di Amèrico, settanta anni fa. Una grande conquista!

 

15/Jun/15

Related posts