Parma 2020, Capitale Italiana della Cultura

Salute e Cultura

Parma 2020, Capitale Italiana della Cultura

Coppini Arte Olearia - Parma capitale italiana della cultura

La città di Parma nel 2020 sarà capitale italiana della cultura

 

 

Non solo capitale indiscussa dell’enogastronomia, nel 2020 Parma sarà Capitale Italiana della Cultura.

Parma ha iniziato il suo percorso di candidatura nell’estate 2017 iniziando dall’ascolto attento dei testimonials di imprese, operatori culturali, università e associazioni, da cui è scaturita una mappatura di realtà di grande rilevanza in tutti i settori creativi: dalla manifattura al cinema, dal teatro alla musica, dalla gastronomia alle arti plastiche.

La nomina è arrivata il 16 febbraio 2018 a Roma dove la giuria nominata dal Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo ha eletto Parma Capitale Italiana della Cultura per il 2020, scegliendola tra le dieci città finaliste con la seguente motivazione:

“I punti di forza del programma presentato, La cultura batte tempo, sono in particolare la capacità di attivare e coordinare un sistema estremamente complesso di soggetti, allargato su base territoriale estesa. Il progetto, infatti, enfatizza un forte, attivo, coinvolgimento dei privati e delle imprese del territorio, una stretta relazione con il mondo dell'università e della ricerca, con il mondo della cultura e del welfare. Ma anche la presenza di un rapporto consapevole tra rivitalizzazione urbana, integrazione sociale e produzioni cultuali con riferimento esplicito all'attivazione di distretti; un sistema di offerta culturale di ottimo livello realizzato con una esplicita attenzione ai giovani, all'integrazione tra discipline artistiche, con particolare riferimento alla tradizione musicale; e una forte capacità di infrastrutturazione culturale e di gestione dei sistemi di accoglienza e gestione della attrattività in vista della sostenibilità complessiva”.

“La cultura batte il tempo”, questo lo slogan della manifestazione, significa voler intendere la cultura nel suo senso più ampio, vivo e produttivo, fattore decisivo nel processo di negoziazione che le diverse dimensioni temporali e sociali reclamano: la cultura scandisce il tempo di vita della città e nel far questo favorisce l’abbattimento degli steccati storici e sociali che rendono complicate le forme di dialogo. La cultura è benessere per la comunità, veicolo di sviluppo sociale ed economico, luogo di libertà e democrazia, spazio e tempo di inclusione e di crescita individuale e comunitaria.

TRE GIORNI DI INAUGURAZIONE

Sono oltre 500 gli eventi che si svilupperanno nel 2020, tra mostre e installazioni, produzioni teatrali e musicali, festival, laboratori e dibatti.

L'apertura ufficiale dell'anno sarà dall'11 al 13 gennaio, una grande festa lunga tre giorni in cui tutti sono invitati a celebrare l'avvio di un anno ricco di cultura, di eventi e di sorprese.

Sabato 11 gennaio, dopo l’apertura della mostra “Noi, il cibo, il nostro pianeta” organizzata dal barilla center for Food and Nutrition, la città accoglierà  una grande parata dedicata alle “parole della cultura”. Il corteo partirà dal Parco Ducale e percorrerà Via D’Azeglio fino a Piazza Garibaldi, dove il Sindaco saluterà i partecipanti e lancerà il jingle realizzato da Raphael Gualazzi per Parma 2020. Al termine una serie di videomapping e concerti tra parole, poesia e musica per la città.  

Domenica 12 gennaio, il Teatro Regio ospiterà l'inaugurazione istituzionale dell'anno di Parma Capitale Italiana della Cultura, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Lunedì 13 gennaio, in occasione del patrono della città, le mostre saranno aperte gratuitamente per i cittadini.

Il programma degli eventi è disponibile al sito https://parma2020.it/ 

 

COPPINI ARTE OLEARIA PER PARMA 2020

Le visite al MuseoAgorà Orsi Coppini e corsi per la degustazione dell'olio extravergine saranno portate avanti a partire da marzo,  nell'abito dell'iniziativa Imprese a Porte Aperte.

Coppini Arte Olearia ha scelto di aderire ai progetti legati a Parma 2020 anche attraverso il bando Imprese Creative Driven, aprendo le porte dell'azienda ad artisti, creativi ed associazioni che svilupperanno progetti per portare la cultura in impresa.

 

10/Jan/20

Related posts