2° Ed. Premio Albero d'Argento

Seconda edizione del premio l'Albero d'Argento

SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO L'ALBERO D'ARGENTO PER LA QUALITÀ NELLE ARTI

 

Il 18 dicembre 2012 si è svolta, nella suggestiva cornice del Museo Agorà Orsi Coppini la seconda edizione del Premio L'Albero D'Argento per la Qualità nelle Arti. Il Premio, istituito dalla Famiglia Coppini, la cui prima edizione è stata assegnata al Maestro Leo Nucci, riconosce la figura d'eccellenza di uno studioso, di un autore o di un professionista che, con il suo operato, ha nobilitato il contesto artistico e culturale contribuendo in modo significativo alla diffusione di saperi e conoscenze legate al mondo dell'Arte e della Cultura perseguendo la Qualità e la Trasparenza prima di tutto.

Il prestigioso premio quest'anno è stato assegnato al Professor Giovanni Ballarini, Presidente dell'Accademia della Cucina Italiana, Professore Emerito dell'Università degli Studi di Parma e referente per tematiche inerenti all'alimentazione presso diverse sedi istituzionali a livello nazionale e internazionale. Nel suo intervento il premiato ha dato prova di quella lucidità e grandissima cultura che lo contraddistinguono con un excursus storico da Carlo Magno alla bicicletta, dimostrando come l'antropologia alimentare motivi gli usi e i costumi dei territori. Sul finire ha stupito il pubblico illustrando alcuni suoi ambiziosi e lungimiranti progetti futuri, spronando tutti alla follia delle idee, quelle che poi cambiano il corso della storia.

Alla premiazione è seguita l'anteprima dello spettacolo "Verdi Uomo Agricolo", un progetto portato avanti dall'attrice Roberta Biagiarelli per celebrare "l'altra opera"di Giuseppe Verdi, la sua attività di imprenditore agricolo, che insieme alle sue iniziative di benefattore e alle vicende che lo implicano nella storia del Risorgimento, legano il Maestro alla sua terra, facendone l'icona di un territorio.

Roberta Biagiarelli e Sandro Fabiani hanno offerto agli ospiti del Museo Agorà Orsi Coppini un assaggio di uno spettacolo più vasto che sta prendendo forma e che nel 2013, anno in cui si celebrerà il bicentenario di Giuseppe Verdi, vedrà i più importanti palcoscenici nazionali e internazionali.

Per celebrare il Maestro Verdi e la "spalletta di quel Santo" di cui scriveva ai sui amici, alla fine della serata è stata degustata la Spalla di San Secondo cui sarà dedicato dalla famiglia Coppini l'ex Macello di San Secondo i cui lavori di ristrutturazione saranno ultimati nelle prossime settimane.